News & comunicazioni

REACH: Modifica dell'allegato XVII del Regolamento REACH

13 Febbraio 2017

Sulla Gazzetta Ufficiale Europea è stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/227 del 9 febbraio 2017, che modifica l'allegato XVII del Regolamento REACH per quanto riguarda l'ossido di bis(pentabromofenile).

Questo Regolamento entretà in vigore il 2 marzo 2017 viene aggiunta la voce:

“67. Ossido di bis(pentabromofenile) (decabromodifeniletere; decaBDE) N. CAS 1163-19-5 , N. CE 214-604-9”


A tale voce è quindi associato un divieto di produzione ed immissione sul mercato di tale sostanza (sia pur con alcune eccezioni) a partire dal 2 marzo 2019, alla luce della sua accertata pericolosità per la salute e per l’ambiente.

Regolamento PIC: 31/03/2017 scade il termine per l’Esportatore di comunicare i quantitativi di sostanze esportati verso Paesi Extra europei nell'anno precedente

10 Febbraio 2017

Obbligo di Dichiarazione

Il 31 marzo 2017 scade il termine per l’Esportatore di comunicare, secondo il Regolamento PIC, all’Autorità Designata Nazionale (DNA) dello Stato membro in cui è stabilito (per l’Italia, il riferimento è: Ministero della Salute – Dott. Pietro Pistolese; DG Prevenzione e Comunicazione; tel. 06 5994 3326; fax. 06 5994 6376), i quantitativi di sostanze (in quanto tali, in miscele e/o in articoli) esportati verso Paesi Extraeuropei nell’anno solare precedente all’anno corrente (ovvero nel 2016).

Per quali sostanze deve essere effettuata:

In particolare l’Esportatore deve dichiarare i quantitativi relativi a :

  • sostanze elencate nell'Allegato I del Regolamento PIC;
  • miscele contenenti sostanze, di cui all'Allegato I, in concentrazioni tali da fare scattare l'obbligo di etichettatura ai sensi del Regolamento CLP a prescindere dalla presenza di altre sostanze;
  • articoli contenenti sostanze elencate nelle parti 2 o 3 dell'Allegato I in forma non reattiva, o miscele contenenti tali sostanze in concentrazioni da far scattare l'obbligo di etichettatura ai sensi del Regolamento CLP a prescindere dalla presenza di altre sostanze.

Allo stesso modo, ogni Importatore in UE è tenuto a fornire le medesime informazioni per le quantità di Sostanze Chimiche Pericolose immesse sul mercato interno europeo nel 2016.

REACH, CLP: Rendicontazione del Piano Nazionale dei Controlli sui prodotti chimici - Anno 2015

09 Febbraio 2017

La Direzione Generale della Prevenzione sanitaria del Ministero della Salute ha pubblicato il documento “Rendicontazione del Piano Nazionale dei Controlli sui prodotti chimici - Anno 2015”.

Il documento fornisce un quadro nazionale delle attività di controllo effettuate nel corso dell’anno 2015 per la verifica di conformità dei prodotti chimici al Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) e al Regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP).

Sono stati effettuati 246 controlli documentali e 132 controlli analitici da parte di 19 autorità regionali e 75 controlli analitici da 5 Uffici di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera su articoli in importazione

I controlli hanno riguardato complessivamente 949 tra sostanze e miscele e 66 articoli, con la valutazione di 725 schede di dati di sicurezza (SDS) di sostanze e miscele.

In 107 casi sono state accertate delle violazioni, che hanno riguardato principalmente: obblighi di informazione lungo la catena di approvvigionamento e obblighi di restrizione e registrazione previsti dal Regolamento REACH; obblighi di classificazione, etichettatura e notifica della classificazione di cui al Regolamento CLP; l’obbligo di dichiarazione all’archivio preparati pericolosi dell’Istituto Superiore di Sanità di cui al DLgs 65/2003.

Archivio

Visualizza l'archivio.