REACH

NO DATA NO MARKET

 

"Per quanto imperfetto, questo testo costituisce un passo nella giusta direzione, quella di una “chimica verde” che eliminerà progressivamente i prodotti nocivi per la salute. L’industria chimica europea, a buon diritto, ha addotto come argomento la minaccia alla sua competitività, giacché è vero che quelle degli altri sono sottoposte a obblighi meno pesanti. Ma così si attrezza per l’avvenire perché, sviluppando prodotti puliti, acquisterà un vantaggio sulla concorrenza. Dietro REACH si disegna il modello economico su cui l’Europa deve fare affidamento: un’industria e delle attività rispettose, per principio, dell’ambiente e della salute".

Editoriale di Le Monde - 15 Dicembre 2006

 

REACH è l'acronimo di Registration, Evaluation, Authorisation of Chemicals. E' il regolamento europeo 1907/2006.

 

Il nuovo regolamento rappresenta una vera e propria "rivoluzione" nella politica europea in materia di sicurezza chimica. Il Regolamento REACH cerca di colmare importanti "gap" di conoscenza in materia di pericoli e dii rischi delle sostanze chimiche e, in alcuni casi, la scarsa comunicazione di tali consocenze lungo la catenda di fornitura dei prodotti commercializzati in Europa.

L'obiettivo primario del REACH è quello di valutare i rischi delle sostanze chimiche a partire dalla conoscenza delle loro proprietà intrinseche (rischi).

Tali rischi sono valutati per gli esseri umani (esposizione dei lavoratori, l'esposizione diretta di consumatori o attraverso la catena alimentare) e per i comparti ambientali (acqua, aria , suoli), in termini di'eco-tossicità, bioaccumulo, proprietà di persistenza.

REACH è il Regolamento 1907/2006 ed è definito il “Regolamento della chimica” e non “delle aziende chimiche” poiché interessa svariati settori merceologici che utilizzano prodotti chimici, tra cui:

  • tessile e abbigliamento
  • cuoio
  • legno e arredamento
  • carta e stampa
  • gomma e plastica
  • metalli e prodotti derivati
  • apparecchiature elettroniche
  • sistemi elettronici ed elettronica di consumo.

Inoltre il REACH riguarda anche chi ha attività di tipo commerciale, come gli importatori di sostanze, miscele o articoli e coinvolge anche i produttori e gli importatori di sostanze o miscele utilizzate in settori esclusi dal campo d’applicazione del Regolamento stesso

 

Il REACH propone una nuova gestione dei chemicals: dalla raccolta di informazioni sulle proprietà intrinseche delle sostanze all'individuazione di adeguate misure di gestione del rischio.

Il REACH richiede un ruolo pro-attivo e impatta in azienda su aspetti tecnici, commerciali e legali.

 

SOGGETTI COINVOLTI

REACH coinvolge tutti i soggetti che:

  • producono / fabbricano;
  • importano;
  • usano;
  • forniscono

non solo prodotti chimici (sostanze, miscele), ma anche i prodotti coinvolti in altri tipi di attività industriali, quali, ad esempio, prodotti per la pulizia, vernici, cosmetici, candele, così come articoli come abbigliamento, mobili, giocattoli, articoli per l'infanzia, apparecchiature elettriche, ecc

Anche le aziende che non sono responsabili della prima immissione dei prodotti sul mercato europeo (esempio: i distributori, gli utilizzatori a valle, ecc), hanno il loro ruolo rispetto al REACH.

 

DOWNLOAD MATERIALE REACH

BROCHURE SERVIZI

 

REACH in breve

Tempistiche

Definizioni

Regolamento 1907/2006/CE - REACH

Regolamento 830/2015/CE - SDS

Regolamento (UE) 2016/863 recante modifica degli Allegati VII e VIII del Regolamento REACH

Regolamento 2016/1017 recante modifica dell'allegato XVII del regolamento (CE) n. 1907/2006

D.lgs 133/2009 - sanzioni

Candidate List

Modifiche al regolamento REACH

Checklist SDS

Leaflet - Do you export to the European Union?